Le Locuste devastano l’Africa Orientale

Alcuni devastanti sciami di locuste stanno invadendo l’Africa Orientale

Le Locuste devastano l’Africa Orientale, è questo il nuovo allarme lanciato dalla FAO all’attenzione della comunità internazionale. Da sempre vessate da problemi legati a fame e carestia queste regioni devono oggi affrontare la furia distruttiva di alcuni devastanti sciami composti da milioni di locuste del deserto che stanno letteralmente devastando colture e piantagioni.

Si pensi che uno sciame può contenere fino ad 80 milioni di individui adulti per chilometro quadrato di superficie. Si capisce quindi come gli sciami possano rappresentare una vera minaccia per le colture dei paesi dell’Africa Orientale.

Le Locuste devastano l’Africa Orientale, cosa ne pensa la FAO

Le locuste devastano l’Africa Orientale e La FAO ritiene che la situazione degli sciami sia peggiorata a partire dal 2020 per le favorevoli condizioni climatiche che ne hanno permesso la proliferazione in modo esponenziale e se non si interverrà in tempo ci potrebbe sfuggire di mano.

Il 20 Gennaio la FAO è intervenuta richiedendo 76 milioni di dollari per poter affrontare il problema in modo adeguato. La lentezza delle sovvenzioni è stata tale che al 12 Febbraio erano già stati avvistati sciami in Gibuti, Eritrea, Sudan, Uganda e Tanzania. Ad oggi il problema è più che raddoppiato e si parla ormai di un minimo di 138 milioni di dollari per intervenire in maniera decisa.

Quest’ ultima settimana le locuste che devastano l’Africa Orientale sono state segnalate anche in Congo. In questo paese non si registravano avvistamenti di sciami dal lontano 1944.

La locusta del deserto, un flagello.

La Locusta del deserto è una delle specie di locuste più distruttive al mondo. Sono in grado di mangiare una quantità di cibo pari al proprio peso ogni giorno accanendosi su culture e foraggi. Solitamente uno sciame mangia una quantità di cibo pari a quella che servirebbe per alimentare 35.000 persone.

Solitamente nei periodi di quiete le locuste del deserto depongono le uova in Kenya, Somalia ed Eritrea.

Quando queste uova si schiuderanno altre migliaia di locuste andranno ad aumentare i già consistenti sciami rendendoli ancora più devastanti. E per questo motivo che la FAO chiede un intervento pronto delle autorità mondiali con contributi volti a bonificare i territori colpiti prima che gli sciami assumano proporzioni incontrollabili.

Noi come azienda non possiamo fare altro che caldeggiare le richieste della FAO ed invitare la comunità internazionale ad intervenire in maniera energica.

fonti: FAO.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *